domenica, dicembre 31, 2006

You get what you give



Non so come sia stato il vostro anno, buono o cattivo. Da domani però il 2006 sarà alle nostre spalle e speriamo che il 2007 sia il benvenuto e che si faccia benvolere. Questo post è per voi, per augurarvi un buon 2007...
Al mio amicone Stupidone, che chissà quando leggerà questi auguri, visto che ora è a Lisbona a spaccarsi fino al midollo.
A Gigi, che non conoscendomi bene sopporta lo stesso tutte le stronzate che dico...
A Betta e a tutte le sue fantastiche amiche, la mia Samanthina su tutte! ;)
Poi tutti gli altri amici blogger che ancora conosco poco.
A al mio amicone Chilly detto anche Graziano, che voi non lo sapete ma interpreta il coniglietto nella pubblicità della duracell...ah ah ah!
A tutte le persone che leggono questo blog, che mi danno soddisfazione e che accrescono il mio ego...;)
Infine al mio GdS...Saso, Lello, Etta, Megrix, Jante e Cri...vi voglio davvero bene, vi auguro un 2007 all'altezza delle vostre aspettative, un bellissimo anno che condivideremo insieme.

Questa canzone è per tutti voi...schiacciate aggiorna così riparte e ascoltatela leggendo il testo, secondo me vale la pena perderci 5 minuti...

Wake up kids
We've got the dreamers disease
Age fourteen
We got you down on your knees
So polite
You're busy still saying please
Frienemies
Who when you're down ain't your friend
Every night
We smash their Mercedes Benz
First we run
And then we laugh till we cry
But when the night is falling
And you cannot find the light (light)
If you feel your dreams are dying
Hold tight
You've got the music in you
Don't let go, you've got the music in you
One dance left, this world is gonna pull through
Don't give up, you've got a reason to live
Can't forget we only get what we give
Four a.m.
We ran a miracle mile
We're flat broke
But hey we do it in style
The bad rich
God's flying in for your trial
But when the night is falling
And you cannot find a friend (friend)
You feel your dream is breaking
Just mend
You've got the music in you
Don't let go, you've got the music in you
One dance left, this world is gonna pull through
Don't give up, you've got a reason to live
Can't forget we only get what we give
This whole damn world can fall apart
You'll be ok follow your heart
You're in harms way
I'm right behind
Now say you're mine
You've got the music in you
Don't let go, you've got the music in you
One dance left, this world is gonna pull through
Don't give up, you've got a reason to live
Can't forget we only get what we give
Don't let go
I feel the music in you
Don't let go
Fly High
What's real
Can't die
You only get what you give
You're gonna get what you give
(Don't give up) Just dont be afraid to leave
Health insurance rip off lying
FDA big bankers buying
Fake computer crashes dining
Cloning while they're multiplying
Fashion shoots with Beck and Hanson
Courtney Love and Marilyn Manson
You're all fakes, run to your mansions
Come around we'll kick your ass in
Don't let go
One dance left
Don't give up
Can't forget
Se non ci avete capito un cazzo e volete una traduzione, cercate su angolotesti...

venerdì, dicembre 29, 2006

Il meme del Team Blogger


Come hanno già fatto altri membri del mio Team Blogger e come mi è stato richiesto, faccio anche io questo meme...
1.Quando ti sei guardato allo specchio stamattina, cosa hai pensato?
- Oh ma che rrrozzo!
2.Mai fatto uso di droghe?
- Si ma mai quelle pesanti. Mi faccio solo di cocaina, leggera leggera...pochi grammi al massimo.
3.Una parola che fa rima con Papera?
- Castagna
4.Pianeta preferito?
- Pianeta Slivsnos
5.Chi è la quarta persona delle tue chiamate perse sul tuo cellulare?
- Etta! Ciauuuu!
6.Qual'è la tua suoneria preferita sul cellulare?
- Non la uso...
7.Che maglia stai indossando?
- Felpa grigia con cappuccio e bordi arancioni
8.Cosa stavi facendo venti minuti fa?
- Quella droga di msn...
9.Che marca di scarpe stai indossando?
- Asics
10.Camera buia o illuminata?
- Luce soffusa
11.Se sei in una stanza su due letti, su quale dormi?
- Uguale...ma non mi è molto chiara sta domanda...
12.Cosa indossavi a mezzanotte di ieri sera?
- Maglione beige
13.Cosa diceva l'ultimo sms che hai ricevuto?
- Maschio noi se vedemo alle 6.30 al Jolly a Grotta!...
14. Jury Ape...manca la 14!
15.Una parola o una frase che dici spesso?
- Oh ma che cappa!
16.Chi ti ha detto per ultimo di amarti?
- Una persona a cui avevo paura di voler bene e che avrei dovuto trattare meglio...
17.L'ultima cosa pelosa che hai toccato?
- Mi sono grattato la testa just now!!!
18.Quante droghe hai assunto negli ultimi 3 giorni?
- Nessuna ma richiedimelo dopodomani...ah ah ah!
19.Quanti rullini usi per le tue foto?
- Rullini??? Che roba è?
20.L'età in cui sei stato più felice?
- Tra i 13 e i 17 anni
21. Chi è il tuo peggior nemico?
- Non ho nemici ma potrei dire chi è la mia antitesi! ;)
22.Cos'hai al momento sul desktop?
- Una luna piena in un cielo oscuro, semi coperta dalle nuvole che si riflette sul mare.
23.Qual'è l'ultima cosa che hai detto a qualcuno?
- Jante sei un pupazzo!
24.Tra un milione di euro e la possibilità di volare, cosa sceglieresti?
- Volare..."non tornerò mai più, mai più laggiù..." :)
25.Ti piace qualcuno?
- No comment
26.L'ultima canzone che hai ascoltato?
- Dancing, Elisa
27.Se l'ultima persona con cui hai parlato venisse uccisa con un'arma da fuoco, cosa faresti?
- Non voglio nemmeno pensarci, sarei inconsolabile...
28.Se potessi tirare un pugno in faccia a qualcuno, chi sarebbe?
- Quel maledetto che ha allestito la mostra del Caravaggio esponendo 4 e dico 4 quadri!
29.Qual'è l'oggeto più vicino al tuo piede sinistro?
- Il mio zaino! Tutto rotto e rovinato...ce l'ho da una vita! Sigh..
30.Di una cosa profonda!
- Le persone che non vincono lo fanno che poi non ci si arriva mai al posto in cui il tavolo collide col misericordioso...ma che cazzo ho detto???

giovedì, dicembre 28, 2006

Ti fidi di me?

Come promesso l'ho messa la canzone...e come promesso ora l'ho tolta...
Chi ha sentito ha sentito!

lunedì, dicembre 25, 2006

Quesito natalizio



Visto che è Natale e che (per convenzione) l'ammore è tutto intorno a noi come in una pubblicità Vodafone, volevo per l'ennesima volta farmi gli affari vostri e chiedervi una cosa...
Tutti, e dico tutti, abbiamo una canzone d'amore che quando la sentiamo ci fa sciogliere come una palla di neve su una palla di Satana (cerco di essere più rrrozzo possibile perché sennò già il post è troppo smielato...). Tutti ce l'abbiamo, persino Gigi anche se negherà fino alla morte...
Ma non una canzone d'amore incappato (con rimpianti/rimorsi per i "non addetti"), proprio una di quelle con lo zucchero che esce fuori da ogni nota, del tipo "ho visto una stella nel cielo e le ho dato il tuo nome" oppure "sei il fiore che sboccia al mattino e profuma tutto il mio cammino"...
Tutti ne avete una, ne sono sicuro...Anche io ovviamente, e sono sicuro che in quanto a glucosio è imbattibile. Perciò vi sfido ad indicare la vostra, se arrivano almeno dieci commenti, vi svelo la mia così mi potete pure prendere per il culo...e vi assicuro che mi prenderete per il culo fino a quando Pasqua non cadrà di Lunedì.
Un'occasione irripetibile!

sabato, dicembre 23, 2006

La felicità non è felicità senza una capra che suona il violino


Ricordo molto bene quel giorno. Tu eri lì, seduta a quel grande tavolo di pietra. Io cominciai a parlarti come se ti conoscessi da sempre, tanto da sembrare sfacciato per la confidenza che mi prendevo. Tutto in te mi sembrava risplendere.
La mattina mi svegliavo solo per poterti rivedere, e quando ti sentivo strillare a squarciagola il mio nome da lontano, semplicemente perché volevi salutarmi, ero felice…non mi importava niente della figura di merda che facevo ogni volta perché tutti si giravano a guardarci. Quando più avanti mi chiedesti cosa di te mi avesse colpito a tal punto, a primo impatto, rimanesti molto meravigliata dalla risposta…In quel momento sono sicuro che almeno per un istante hai pensato che io fossi matto. Lo sono davvero. Ti risposi che mi aveva colpito il tuo sorridere mostrando i tuoi vampireschi canini appuntiti e la tua risata così particolare ma così cristallina…mi sembra ancora di sentirla.
“Ma sono due dei miei difetti più grandi!” mi dicesti tu in uno scoppio di risa…”e poi cos’altro?”
Mi colpì l’aria da sognatrice che avevi mentre mi raccontavi che al pomeriggio avevi l’abitudine di prendere un caffellatte solo per il gusto di inzupparci le gocciole…
Sono suonato lo so.
Poi ti guardai nei tuoi splendidi occhi azzurri, ti scostai con delicatezza i capelli dal viso e pensai che mai al mondo avevo visto ne desiderato niente di più bello. Mai prima di allora avevo desiderato di dare tutto me stesso a qualcun altro che ancora conoscevo così poco ma con cui già stavo così bene. Mai prima di allora mi ero reso conto di essere così incompleto da solo. Mai prima di allora avevo provato in maniera così netta quel senso confuso di paura ed eccitazione che ti accompagna quando vai incontro a qualcosa di ancora ignoto, con la voglia di scoprirlo giorno dopo giorno. Mai prima di allora la realtà era stata migliore dei miei sogni. Mai avevo notato i pappagalli verdi e gialli e quella capretta seduta lì, a suonare il violino…
Mai avrei pensato che sarei riuscito a rovinare tutto ancor prima che iniziasse.

If only I could turn back time, if only I had said what I still hide…

venerdì, dicembre 22, 2006

verso oriente



Basta post lamentosi come il precedente in cui mi lamento delle cose che non mi riescono. Che palle. Parliamo di qualcosa di interessante, parliamo di voi.
Ci sono persone che la notte poggiano la testa sul cuscino e subito si addormentano. Altre che si rigirano nel letto almeno per un oretta, a pensare e rimuginare a lungo. Scommetto che tutti voi che leggete, o quasi, appartenete al secondo gruppo.
Allora io vi chiedo con l'ennesimo plagio musicale: mio lettore, che guardi verso oriente e verso il mare, qual'è il nome che sussurri piano prima di dormire?
Vediamo chi ha il coraggio di rispondere...

p.s. Si GG, ho mangiato il frutto dell'ammore! ;)

lunedì, dicembre 18, 2006

L'uomo sogna di volare


Sembra che fin dai tempi più remoti l'uomo sogni di volare. Spiccare il balzo e immaginare per un volta di non cadere a piombo nel burrone. Lasciarsi andare. Provare quel senso di vertigine sul ciglio di un precipizio, una vertigine che non è paura di cadere, ma soltanto voglia di librarsi in volo. (citazione spudoratamente plagiata). Così uno ci prova, si mette lì sul ciglio come questo coglione nella foto (il coglione sono io in Turchia...). E succede che uno ha la sensazione che possa quasi funzionare davvero, e allora diamine, facciamolo questo passo, arriviamoci ad un passo dal possibile. (altro plagio)
Accidenti, funziona, solo a tratti, ma per qualche attimo funziona!
Ma poi, come Will il coyote, quando ti rendi conto che ti manca la terra sotto i piedi, non c'è niente da fare...rimani lì come un deficiente a tastare un appoggio che non c'è, poi cadi giù.
E allora dopo una culata pazzesca che ti ha fatto anche parecchio male, rimani li a chiederti cosa cazzo ti è passato per la mente! Sei un idiota? No dai, dillo, devi aver sbattuto la testa da piccolo e adesso hai qualche problema!
Cazzo è vero! Ho sbattuto la testa da piccolo...la cicatrice sulla nuca lo dimostra. Ho voluto saggiare la resistenza dello spigolo di un gradino di marmo da piccolo.
Adesso ne paghi le conseguenze imbecille!
Ma cavolo, come fate a biasimarmi, non vedete quanto è invitante il paesaggio? La tentazione viene, anche se uno sa che non dovrebbe, che ci sono mille motivi per i quali deve starsene buono e non deve nemmeno tentare. Lo so, è una sofferenza continua, senti quella morsa allo stomaco che ti lacera, ma questi sono problemi tuoi. Devi tenerli per te.
Ma io non ce la faccio...quel passo continuerò a volerlo fare.
Ma vedi te questo che stupido idiota deficiente e masochista! Ma come è possibile?
Guarda! Guarda là, sulla nuca! Cazzo che cicatrice!
Ora si spiega tutto...

domenica, dicembre 17, 2006

Sulla musica e sull'amore


Sono passati quasi 17 anni da quando è uscita questa canzone e mi sembra quasi impossibile. Ricordo ancora come fosse ieri mentre veniva cantata sul palco dell'Ariston. Eppure avevo solo 5 anni. Eppure avevo già capito. Capito che questa non è una canzone normale, banale solo per chi non ha saputo leggerci la sottile ironia che contiene. Un arrangiamento spettacolare, uno dei migliori che ho mai sentito.
Oggi sono capaci tutti di parlare d'amore, persino Celentano, anche se continua a negare. Questa canzone però lo fa in un modo diverso, più profondo. Stiamo guardando il nostro amore o il riflesso di esso? Lo stiamo vivendo o stiamo vivendo soltanto la sua ombra?
A costo di sembrare vecchio nel dirlo, dico che canzoni del genere in pochi ormai sono capaci di farle. Forse perché in pochi sono ancora capaci di amare.


Vattene Amore,
che siamo ancora in tempo.
Credi di no?
Spensierato, sei contento!
Vattene Amore,
che pace più non avrò, nè avrai.
Perderemo il sonno,
credi di no?
I treni e qualche ombrello,
pure il giornale leggeremo male,
Caro vedrai..
ci chiederemo come mai
il mondo.... sa tutto di noi...
Magari ti chiamerò:
"Trottolino Amoroso, Dudu dadadà"
Ed il tuo nome sarà il nome di ogni città.
Di un gattino annaffiato che miagolerà
il Tuo nome sarà su un cartellone che fà
della pubblicità.
Sulla strada per me,
ed io col naso in sù...
la testa ci sbatterò...
sempre là.. sempre Tu...
ancora un altro pò... E poi...
ancora non lo so.
Vattene Amore
Mio barbaro invasore
credi di no?
Sorridente truffatore,
vattene un pò,
che pace più non avrò, nè avrai.
Vattene, o saranno guai.
E piccoli incidenti, caro vedrai..
la stellare guerra che ne verrà..
il nostro Amore sarà lì,
tremante e brillante così..
Ancora ti chiamerò:
" Trottolino Amoroso, Dudù dadadà "
E il tuo nome sarà il freddo e l'oscurità.
Un gattone arruffato che mi graffierà..
il tuo Amore sarà un mese di siccità
e nel Cielo non c'è pioggia fresca per me,
ed io col naso in sù la testa ci perderò..
sempre là.. sempre tu..
ancora un altro pò.. e poi,
ancora non lo so.
Magari ti chiamerò:
" Trottolino Amoroso, Dudù dadadà "
e il Tuo nome sarà, il nome di ogni città.
Di un gattino annaffiato che miagolerà,
il Tuo nome sarà su un cartellone che fa
della pubblicità
sulla strada per me ed io col naso in sù..
la testa ci sbatterò..
sempre là.. sempre Tu...
ancora un altro pò. E poi....
ancora non lo so....

lunedì, dicembre 11, 2006

Cambiare



Metamorfosi, cambiamento, trasformazione…chiamatela come volete. A volte nella vita scegliamo di fare dei cambiamenti, ce li imponiamo quasi. Da domani devo essere un po’ più “così” e un po’ meno “cosà”. Qualcuno si illude persino che funzioni. Ma è un illusione. Nella nostra vita facciamo continuamente delle scelte, nello studio, sul lavoro, nelle amicizie, in amore… Queste scelte hanno delle ripercussioni su di noi, e questo è evidente. Ogni scelta è come un bivio che ci si pone innanzi e se non si vuole rimanere fermi, bisogna scegliere una delle due vie. C’è chi lo fa con la ragione, chi con l’istinto, chi con il cuore, chi affidandosi al caso. Molte volte presa una decisione è molto difficile tornare a quel bivio per prendere la direzione opposta, quasi mai è conveniente. Affrontare questi bivi uno dopo l’altro, ci ha resi ciò che siamo oggi, ci ha cambiati rispetto a ciò che eravamo prima, ci ha forgiati, plasmati nell’esperienza. Eppure, se uno ha l’umiltà di guardarsi indietro ed osservare meglio il cammino intrapreso, si accorgerà che non sono le strade che abbiamo scelto ad averci mutato. A cambiarci irrimediabilmente sono le cose a cui abbiamo rinunciato.

giovedì, dicembre 07, 2006

Soundbite Shouts




- Oggi mi sono svegliato con l’intenzione di scrivere un grande articolo. Allora ho preso un foglio e l’ho fatto, scrivendo questo a caratteri cubitali: IL
Un giorno lo pubblicherò, lo giuro. Magari con qualcosa a seguire…

- A tutte le persone che si perdono le lenti: basta lamentarsi! Continuate a perderle perché non seguite il mio consiglio! Se sono lenti, stringetele!

- Ho appreso poco fa che è stata trovata morta l’attrice Messicana Hayek. Sembra infatti che la Salma sia stata ritrovata nel suo appartamento distesa sul divano.

- In Norvegia è stato decretato che, essendo gli streaptease Arte, non si dovrà pagare più l’IVA sugli show. E poi qualcuno si lamenta che i trasporti Italiani fanno cagare! Ma se i Napoletani sono arrivati persino in Norvegia…

- Intervista ad uno spettatore uscito dal MotorShow: “Bellissime linee, grandi carrozzerie, e certi airbag davvero all’avanguardia!” – “quale auto le è piaciuta di più?” – “Auto? Quali auto?”

- E’ uscito il nuovo libro di Lucianetta Littizzetto, intitolato Rivirgination, ispirato dalla nuova operazione chirurgica di moda negli States che restituisce la verginità alle donne. Al riguardo la Littizzetto dichiara: “ Prendono ago e filo e ti mettono una bella toppa alla topa! Però non è che poi puoi dire al tuo lui ogni volta di fare piano che l’operazione ti è costata un sacco di soldi…dovrebbero perciò farla tipo a porta di Saloon che si apre e si richiude!”

- Montezemolo alza l’ennesima polemica: “Un Italiano su due è un fannullone!” dichiara ad un operoso giornalista, mentre lui accomodato sulla sua poltrona è intento a sorseggiare Chianti e degustare un cubano.

- Dopo le cinque giornate di squalifica inflittegli, Nedved dichiara: “è una vera ingiustizia. Non ho detto niente di offensivo a quel fottuto arbitro di merda!”

- Scontro tra due Bus a Napoli. Sembra che la causa probabile sia quella di un malore che ha colpito uno dei due autisti. Non ci sono vittime fortunatamente, ma “solo” 9 feriti. 10 contusi. Ma chi è sto Tusi?

- Ad un ricevimento mondano nella capitale britannica, Tony Blair ha così risposto a quanti gli hanno fatto notare che il suo vestito stava andando a fuoco: “Mi hanno detto che quest’anno lo smoking va di moda Fumo di Londra…”

- Sale la febbre del Derby nella capitale: più di 2000 tifosi di entrambe le squadre sono stati ricoverati in ospedale con temperature che sfioravano i 40 gradi.

- Totti nel frattempo dichiara che lui non ha pagato nessuno per non mostrare alcune sue foto compromettenti. Sembra infatti che abbia sì preso i negativi, ma che sia andato via senza pagare, facendo il Vento…

- Per oggi basta, perché (e lo dico mentre sfilo l’ultimo fazzoletto dalla bustina) ho finito il TEMPO…